Celebrazione

Ogni domenica alle ore 10:00.

Ultime domeniche del mese

Ogni alle ore 18:00.

Una delle più grandi opportunità che la Chiesa di Gesù Cristo ha dato agli uomini è quella di poter prestare attenzione alle persone. Una chiesa che non presta attenzione alle persone, ma che è più interessata ai programmi e alle attività non è una chiesa sana. Perché? Perché la Chiesa è l’estensione del Corpo di Cristo, il braccio di Cristo, la presenza manifestata di Cristo nel mondo. Quando la Chiesa presta attenzione alle persone, il mondo conoscerà Gesù, che presta attenzione alle persone.

Come prestiamo attenzione alle persone? Come, nonostante il giusto bisogno di programmi e attività, come possiamo prestare la nostra attenzione ad un mondo sofferente? La nostra chiesa è piena di persone meravigliose. Ognuno è importante, e dobbiamo prenderci cura di tutti. Ecco alcuni modi attraverso cui possiamo prestare attenzione e mostrare l’amore per le persone che frequentano la chiesa, per i visitatori, e per il mondo intorno a noi.

Gruppo di casa. Prima di tutto, lasciatemi dare un consiglio a tutti quanti. Il miglior modo di assicurarti che le persone ti prestino attenzione è far parte di un gruppo di casa. Alcuni li chiamano “cellule”. Far parte di un gruppo di casa è così importante, così cruciale per la vita della chiesa, che alcuni dei miei colleghi pastori non visitano, non danno consigli, non pregano per i membri di Chiesa che rifiutano di far parte di un gruppo di casa. Nonostante questo non sia il nostro approccio, esso mostra come l’appartenere ad un gruppo di casa sia una parte importante della nostra vita di chiesa. Fai di tutto, per poter essere parte di un gruppo di casa. Per il momento abbiamo due gruppi: quello di Giubiasco, guidato da Sergio Meola, e quello di Melano, guidato da Pastore Annalisa Anzalone. Ti raccomandiamo vivamente di unirti a uno di questi gruppi e di rimanerci ancorato. Ogni gruppo è come una famiglia, ed esso è il primo posto in cui ricevere attenzione dalla tua famiglia di chiesa.

Momenti di qualità. Essi sono essenziali. Al CCPV noi ci impegniamo a passare momenti di qualità con tutti. Ecco perché organizziamo tutta una serie di attività, come le riunioni degli uomini, quelle delle donne, gli agape, il ritiro di chiesa, le feste in occasione delle nascite, e così via. Tutte hanno lo scopo di mostrare attenzione e amore gli uni agli altri. La chiesa è una famiglia, una famiglia sana, e ci piace stare insieme. Vedrai, più tempo passi cone le persone, più grande sarà il tuo impatto nelle nostre vite.

Impegno. Prestare attenzione alle persone è il risultato di un impegno personale. Le persone hanno bisogno di sapere che ci prendiamo cura di loro. Come pastore, passo molto tempo a pregare con e per e persone, a visitarle quando non sanno uscire fuori di casa, a visitarle all’ospedale. Ma questo compito non spetta solo al pastore, ma a tutti. Siamo custodi dei nostri fratelli. Dobbiamo chiamare le persone, dare loro una parola di incoraggiamento dire loro che preghiamo per loro. Quando qualcuno si trova all’ospedale, deve ricevere molte visite da parte di noi tutti. Che ne dite di mandare una cartolina? O di proporre di pulire casa, nel caso qualcuno si trovasse da solo. Oppure, che ne dite di creare un cestino di Benvenuto quando tornano a casa? Uno dei migliori modi di prestare attenzione ad una persona è di mostrarle quanto sei speciale. Così facendo, renderai migliore la sua giornata. Impegnati a prestare attenzione alle persone. Fa in modo che non passi neanche un giorno nel quale tu non presti attenzione a qualcuno. La vita delle persone potrebbe essere impattata per sempre.

 

Parole e azioni. Che ne dite di usare la nostra bocca come nostra migliore alleata, quando si tratta di prestare attenzione alle persone. La Bibbia dice: “una parola detta al tempo giusto è come dei pomi d’oro su un vassoio d’argento (Prov. 25.11)” Che bella frase! Un altro verso dice: “Uno prova gioia quando può dare una risposta, e quanto è buona una parola detta al tempo giusto!” Oh, quanto amo questi versetti. Ci dicono che ciò che esce da una bocca può essere di grande benedizione per le persone. Hai già provato a benedire le persone con le tue parole? Hai già visto il duplice effetto delle grandi parole? Esse benedicono coloro a chi le hai rivolte, e benedicono anche te. “Uno prova gioia quando può dare una risposta”! Provi gioia quando pronunci parole di benedizione alle persone! “E quanto è buona una parola detta al tempo giusto… è come dei pomi d’oro su un vassoio d’argento”. Gloria a Dio. La persona è benedetta quando riceve la parola che le dai.

Per quanto buone, le parole non sono sufficienti. Le tue parole vanno accompagnate anche dalle azioni. Si ama e si presta attenzione non soltanto attraverso le parole, ma attraverso le azioni concrete, come abbiamo già detto sopra. Non dire ad una persona soltanto che la ami, mostraglielo. Manda una cartolina con parole d’incoraggiamento, prega con quella persona, visitala, invitala a casa tua, cucinale un pasto e coì via… Le parole e le azioni sono il centro del vangelo. Amare gli uni e gli altri lo si fa attraverso le parole e le azioni. Si veda Luca 10: 25-37.

Verità. Infine, un altro modo di prestare attenzione alle persone è dire la verità. Sono scioccato quando vedo dei credenti che si mentono gli uni agli altri. La Bibbia dice: “dite la verità con amore”. La verità e l’amore, l’attenzione e la le, dì la verità. Non mentire alle persone della chiesa. Anzi, non mentire punto. Vedo delle famglie i cui membri mentono gli uni agli altri. Genitori mentono ai figli, i figli ai genitori, moglie e mariti che si mentono a vicenda. Nella mia famiglia abbiamo deciso di non mentirci gli uni agli altri. La verità è la base della nostra relazione. Questa è una delle ragioni per le quali siamo benedetti e la nostra famiglia è piena d’amore. Dovrebbe essere lo stesso per la chiesa. Le bugie non dovrebbero essere parte della nostra famiglia di chiesa. La verità è come l’olio di un motore. Se non c’è olio, il motore si distruggerà. Se non c’è verità tra due persone, la loro relazione subirà un collasso. Alcuni pensano che il pastore sia un credulone. Lo so, perfino nella nostra chiesa capita che qualcuno mi dica delle bugie. Anzi, quando qualcuno mi mente, la persona che lo fa, mi mostra che non rispetta l’uomo di Dio e che, eventualmente, non vive con il timore del Signore (Ps. 110,10). Ma, lasciatemi andare avanti, se qualcuno mente ad un altro credente in chiesa, ciò mostra che quella persona non cammina nell’onore e nel timore del Signore. Dobbiamo dire la verità gli uni agli altri ed essere una luce nel mondo. La verità e l’amore sono probabilmente i modi migliori di mostrare a qualcuno che ti prendi cura di lui.

Mostriamo dunque amore e prestiamo attenzione gli uni agli altri. Mostriamo al mondo che siamo una grande famiglia, mostriamo che qualsiasi cosa facciamo gli uni per gli altri è fatta nell’amore. Aiutiamoci gli uni e gli altri per essere la famiglia di chiesa che il signore vuole che noi Siamo.