Per ascoltare il messaggio, premi sulla freccia che si trova al mezzo della foto.

La vita cristiana è più che la salvezza
La parabola della perla di grande valore – Matteo 13:45-46

“Ancora, il regno dei cieli è simile ad un mercante che va in cerca di belle perle. E, trovata una perla di grande valore, va, vende tutto ciò che ha, e la compera”. Matteo 13:45-46

Anche se i temi principali di questa parabola e la parabola del tesoro nascosto sono uguali, ci sono contrasti nel contenuto.
– La parabola della perla di grande valore si riferisce a un mercante, o uomo d’affari, mentre la parabola del tesoro nascosto riferisce ad una persona povera, forse un operaio.
– La parabola della perla di grande valore si riferisce a qualcuno che sta cercando, mentre la parabola del tesoro nascosto descrive qualcuno che non era alla ricerca di qualcosa, ma che inciampato su un tesoro nascosto.
– La parabola della perla di grande valore si riferisce ad un “esperto”’ che cercava proprio questo: delle perle; sapeva esattamente quello che voleva.
– La parabola del tesoro nascosto descrive una persona che non era un esperto in nulla, per quanto ne sappiamo.- La parabola della perla di grande valore mostra un uomo in cerca di una perla, e scopre quella perla.
– La parabola del tesoro nascosto mostra un uomo che ha semplicemente trovato un tesoro nascosto. Sarebbe stato contento di aver trovato nulla in quel campo.
– La parabola della perla di grande valore allude alla ricerca di un rapporto speciale e intimo con Dio, non tratta necessariamente di una persona che ha trovato Cristo il Messia.
o Gesù parlava solo ai suoi discepoli quando contò questa parabola, ma nelle parabole precedenti, egli si rivolgeva a tutti. Quindi, il messaggio della parabola della perla di grande valore si rivolge non a persone che non conoscono Dio, ma a persone che già amano il Signore, sono nate di nuovo, ma stanno cercando un rapporto speciale, più intimo, più profondo con lui.
– La parabola della perla, si riferisce ad un più sofisticato ricercatore, qualcuno che è esperto nelle vie del Signore e che desidera questo rapporto speciale e intimo con Dio, un rapporto che, secondo Gesù, vale tutto.

IL SIGNIFICATO DELLA PARABOLA ..

1. L’uso della parola “di nuovo” lega questa parabola con la precedente

a. Dove abbiamo visto che la Chiesa è come questo tesoro nascosto. Dio vide nel mondo quel grande tesoro che è la Chiesa, il figlio vendete tutto per riscattare il mondo, e ottenere tutto ciò che ha sempre voluto: La Chiesa di Gesù.

b. Siamo molto preziosi agli occhi di Dio. Siamo come la pupilla dei suoi occhi.

2. Ma in questa parabola, la persona è in missione per scoprire ciò è di grande valore

a. Egli crede che ci sia qualcosa là fuori di così grande valore che ne vale la pena di cercalo e di trovarlo.

b. Quando lo trova, riconosce subito il suo valore ed è disposto a vendere tutto per ottenerlo

3. Né questa parabola (né quella precedente) sta suggerendo a noi che si può “comprare” o comunque “guadagnarsi” la nostra salvezza

a. Perché la salvezza è un dono – cf. ro 6:23

1) La salvezza si ottiene per grazia mediante la fede – cf. Ep 2: 8-9

2) Poi uno cammina nell’ubbidienza passando attraverso le acque del battesimo – non un battesimo di bambino (non è biblico – perché si battezza dopo aver creduto, e un bambino non è in grado di credere)

4. Il mercante in questa parabola non rappresenta il perduto che trova la salvezza, ma rappresenta il CRECENTE già salvato, già nato di novo, già figlio e discepolo di Dio, che scopre nel suo cammino di fede che c’è molto di PIÙ che la salvezza nella vita del credente. C’è qualcosa di grande valore (come una perla di grande valore) e capisce che deve cercarla, deve trovarla!

Qualcuno ha detto:

Le benedizioni dell’amore redentore del nostro Salvatore paragonati ad una perla preziosa. La parabola del mercantile alla ricerca di belle perle “che, dopo aver trovato una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra”. Cristo stesso è la perla di grande valore. In Lui si raccoglie tutta la gloria del Padre, la pienezza della Divinità. Egli è lo splendore della gloria del Padre e l’impronta della sua persona.

La gloria degli attributi di Dio si esprime nel suo carattere. Ogni pagina della Sacra Scrittura brilla con la sua luce. La giustizia di Cristo, come una perla pura, bianca, senza difetti, senza nessuna macchia.

Nessuna opera dell’uomo può migliorare il grande e prezioso dono di Dio. È senza un difetto. In Cristo sono “nascosti tutti i tesori della sapienza e della conoscenza”. Colossesi 2: 3. Egli è “stato fatto per noi sapienza, giustizia, santificazione e redenzione”. 1 Corinzi 1:30. Tutto ciò che può soddisfare le esigenze e le aspirazioni dell’animo umano, per questo mondo e per il mondo a venire, si trova in Cristo. Il nostro Redentore è la perla così prezioso che rispetto tutte le altre cose possono essere contabilizzate perdite. (Ellen White)

ESEMPI DI PERSONE CHE VOLEVANO DI PIÙ

1. Credenti di Efesi – erano battezzati nel battesimo di Giovanni, ma volevano di più

2. Timoteo – elevato nella fede cristiana – ma c’era molto di più per lui

3. Penso a Apollo – la Bibbia dice di lui:

a. Or un Giudeo, di nome Apollo, nativo di Alessandria uomo eloquente e ferrato nelle Scritture, arrivò ad Efeso. 25 Costui era ammaestrato nella via del Signore e fervente di spirito, parlava e insegnava diligentemente le cose del Signore, ma conosceva soltanto il battesimo di Giovanni. 26 Egli cominciò a parlare francamente nella sinagoga. Ma, quando Aquila e Priscilla l’udirono, lo presero con loro e gli esposero più a fondo la via di Dio.

i. Apollo è certamente uno dei migliori esempi di un uomo che, come questo mercante che trova una perla di grande valore, ha capito che la vita cristiana era molto di più che semplicemente essere salvato, ma che c’è di più, di più di Dio, di più della Sua presenza, di più nella vita della fede.

ii. La peggiore cosa che può accadere ad un credente, non sono le prove, le calamità o anche la morte. La peggiore cosa che può accadere ad un credente è di non crescere nella vita cristiana, e di vivere solo per andare in cielo senza vivere sulla terra per conoscere Dio e fare la sua volontà!

Questa parabola ci parla di una persona – un credente – che ha scoperta che c’è più nella vita cristiana che solo la salvezza.

I. Il mercante ha scoperto il valore di Dio

“Ancora, il regno dei cieli è simile ad un mercante che va in cerca di belle perle. E, trovata una perla di grande valore, va, vende tutto ciò che ha, e la compera”. Matteo 13:45-46

a. Se scopri che Dio è illimitato, sarai come questo mercante che ha trovato una perla di grande valore.

b. È un mercante è un conoscitore. Ma cercava ancora. Egli sa cosa ha trovato. Ne conosce il valore.

i. Illustrazione.
Portate una collana dorata o con delle pietre e qualcuno vi chiede: “è veramente in oro?” o “sono dei diamanti verri?”

1. Appena vi fanno la domanda, sapete già che non sono esperti. Un esperto sa anche da lontano se qualcosa è vera o imitazione.

2. Gesù insegna con questa parabola che c’è qualcosa di vero, ma c’è anche qualcosa di falso… Scegli il vero.

c. È un mercante che usava discernimento – ha riconosciuto l’autentico

i. Ha trovato una perla di GRANDE VALORE. Non è solo una perla. È una perla di Grande Valore.

ii. Oggi giorno, una grande parte dei credenti non vedono la differenza fra ciò che viene da Dio e ciò che viene dal mondo.

1. Un vero discepolo di Cristo è qualcuno che conosce la dottrina di Cristo.

2. Non solo qualcuno che apprezza la vita eterna, e la qualità di vita che Dio da.

3. 2 Giovanni 9 dice: “Chi non dimora nella dottrina di Cristo non ha Dio”.

II. Il mercante ha scopeto il valore del cammino della vita cristiana

“Ancora, il regno dei cieli è simile ad un mercante che va in cerca di belle perle. E, trovata una perla di grande valore, va, vende tutto ciò che ha, e la compera”. Matteo 13:45-46

a. Se ti metti d’affare per crescere in maturità, sarai come questo mercante che ha trovato una perla di grande valore.

b. La vita cristiana non è solo essere salvato. Ma crescere in maturità.

i. Stiamo proprio studiando questo nei gruppi di casa.

1. Crescere in Carattere

2. Crescere nella Dottrina

3. Crescere per pervenire alla misura perfetta di Cristo. (Efesini 4.13)

4. Crescere per conoscere Dio di più.

c. Il mercante rappresenta qualcuno che ha scoperto la Parola di Dio, la legge, ma non è mai soddisfatto, sa che c’è sempre di più. Più la legge più scopre delle nuove rivelazioni.

i. ILL: Un uomo di 80 anni aveva letta la bibbia più di 60 volte. Disse: “Non ho fatto che sfiorare il bordo di un oceano”.

III. Il mercanto ha scoperto il valore di essere affamato di Dio

“Ancora, il regno dei cieli è simile ad un mercante che va in cerca di belle perle. E, trovata una perla di grande valore, va, vende tutto ciò che ha, e la compera”. Matteo 13:45-46

a. Se sviluppi una fame spirituale sarai come questo mercante che ha trovato una perla di grande valore.

i. “Beati quelli che sono affamati e assetati della giustizia, perché saranno saziati” (Matteo 5:6).

ii. La fame spirituale è uno dei più grandi motivatori che io conosco.

1. Chi ha fame apprezza il cibo.

2. Chi ha fame cerca finché trova il suo cibo.

3. Chi ha fame non si accontenta di poco ma cerca il meglio

iii. Chi ha fame è pronto a tutto per ottenere il cibo che ha bisogno

iv. Chi ha fame dimentica tutto il resto finché trova il suo cibo.

b. Aver fame di Dio vuole dire volere di più di Lui

c. Aver fame di Dio vuole dire considerare Dio come una perla di grande valore.

d. Aver fame di Dio vuole dire lasciare tutto il resto purché incontrare Dio faccia a faccia.

e. PENSO A APOLLO – La bibbia dice di lui:

i. Or un Giudeo, di nome Apollo, nativo di Alessandria uomo eloquente e ferrato nelle Scritture, arrivò ad Efeso. 25 Costui era ammaestrato nella via del Signore e fervente di spirito, parlava e insegnava diligentemente le cose del Signore, ma conosceva soltanto il battesimo di Giovanni. 26 Egli cominciò a parlare francamente nella sinagoga. Ma, quando Aquila e Priscilla l’udirono, lo presero con loro e gli esposero più a fondo la via di Dio.

ii. Apollo è certamente uno dei migliori esempi di un uomo che, come questo mercante che trova una perla di grande valore, ha capito che la vita cristiana era molto di più che semplicemente essere salvato, ma che c’è di più, di più di Dio, di più della Sua presenza, di più nella vita della fede.

iii. La peggiore cosa che può accadere ad un credente, non sono le prove, le calamità o anche la morte. La peggiore cosa che può accadere ad un credente è di non crescere nella vita cristiana, e di vivere solo per andare in cielo senza vivere sulla terra per conoscere Dio e fare la sua volontà!

Conclusione

“Ancora, il regno dei cieli è simile ad un mercante che va in cerca di belle perle. E, trovata una perla di grande valore, va, vende tutto ciò che ha, e la compera”. Matteo 13:45-46

1. Ci sono molte persone che hanno fede in Gesù Cristo come loro personale Salvatore e tuttavia continuano a vivere in ribellione contro di Lui. Come mai ci sono che affermano di seguire il Figlio di Dio e pure rifiutano di servirlo? “Non tutti quelli che dicono Signore, Signore entreranno nel regno di Dio! Disse Gesù”.

2. La risposta più semplice è che la salvezza è solo una parte della vita cristiana. La salvezza non garantisce una vita pia e fruttuosa qui sulla terra.

3. La volontà del Padre è che viviamo sotto la signoria di suo Figlio. Questo significa che dobbiamo sottometterci a Gesù come il conduttore della nostra vita.

4. Il problema è che spesso desideriamo dargli dominio su solo alcune aree della nostra vita. Ad esempio, troppi di noi non voglio di Lui nelle nostre finanze, nei nostri programmi, nelle nostre carriere. Ma quando siamo sdraiati in un letto d’ospedale, chi di noi oserà dire a Gesù ritirarsi della nostra salute? Quindi chiedetevi, è Gesù, il Signore della mia vita o no?

5. La salvezza è l’esperienza di una volta, ma la vita cristiana non si ferma qui, la signoria di Gesù Cristo è in corso. Arriva un momento in cui ogni credente deve riconoscere che il Figlio di Dio è venuto a fare di più che salvarci. Egli è venuto per essere il Maestro della nostra vita, per il nostro bene e la sua gloria.

“Ancora, il regno dei cieli è simile ad un mercante che va in cerca di belle perle. E, trovata una perla di grande valore, va, vende tutto ciò che ha, e la compera”. Matteo 13:45-46

La parabola della perla di grande valore parla di lasciare tutto per CONOSCERE DIO.
Conoscere Dio

Efesini 1:17
“17 affinché il Dio del Signor nostro Gesú Cristo, il Padre della gloria, vi dia lo Spirito di sapienza e di rivelazione, nella conoscenza di lui. ”

Quando conosci e ami realmente Dio, tutto il resto impallidisce. Il tuo rapporto d’amore con Lui diventa la tua passione, e piacerli diventa il tuo più grande desiderio.

L’apostolo Paolo disse: “Anzi, ritengo anche tutte queste cose essere una perdita di fronte all’eccellenza della conoscenza di Cristo Gesú mio Signore” (Filippesi 3: 8 NR). Quando Paolo si riferisce alla conoscenza di Cristo Gesù, egli non sta parlando di conoscenza mentale. Piuttosto, egli sta parlando di conoscenza del cuore. Avere solo la conoscenza mentale di Gesù rende la vita più dura e la fede secca, pallida; al contrario, la conoscenza del cuore raggiunge ogni parte del tuo essere e rende la vita dalla fede gioiosa ed emozionante.

Senza conoscere Dio e il suo carattere, il cammino cristiano sarebbe difficile. Dio vuole essere tutto per te. Vuole soddisfare ogni tua esigenza. Egli vuole che tu lo conosci:
• Non è duro e distaccato; Egli è il tuo amorevole Padre celeste.
• Non ti sta mandando la prova; Egli è il tuo Consolatore.
• Non è occupato a farti del male; Egli è l’amante della tua anima.
• Non è preoccupato per le tue prestazioni; Lui guarda il tuo cuore.
• Egli non ti dà quello che il tuo peccato merita: Egli è il Dio della grazia abbondante.
• Non vuole che tu sia solo un servo; Egli desidera che tu sia suo amico e figlio.

Soprattutto, Dio vuole che tu sappia che Egli è buono, e la sua misericordia dura in eterno.
Confessione: Padre, ti chiedo di darmi oggi lo spirito di sapienza e di rivelazione nella conoscenza di Te. Credo che mi stai aprendo gli occhi per vedere di più della tua bontà e il tuo cuore d’amore verso di me. Voglio conoscerti, perché tu sei per me una perla di grande valore.

Pastore Donato Anzalone

Celebrazione

Ogni domenica alle ore 10:00.

Ultime domeniche del mese

Ogni alle ore 18:00.